Ti sorpresi rovistare

Ti sorpresi rovistare nel mio cuore nel mio petto come un banco del macello strappar trippe. Le mani all’alto in sangue purpurei fiori al cielo. All’acqua un giorno il mio dolore, piccole gocce sul tuo capo; fresche nei baracchi sulla spiaggia l’estate l’inverno, gelide schegge . da “Quando l’estate crepa” Lieto Colle 2010

Read More Ti sorpresi rovistare

Cuchi e gli Slamer

La cosa che mi ha colpito della poesia-critica di Maurizio Cucchi uscita sul Corriere della Sera qualche giorno fa, è che la critica si risolva in un mero, scarsissimo dileggio e che la poesia invece sia orribile. Da uno come lui proprio non me lo aspettavo, uno che mi pare sappia bene che lo spazio […]

Read More Cuchi e gli Slamer